LA PROCEDURA DEL PIANO PLURIENNALE 2020-2022
La definizione del Piano Pluriennale è frutto dell’attività di ascolto, dialogo e confronto con la comunità tutta.
LA PROCEDURA DEL PIANO PLURIENNALE 2020-2022
La definizione del Piano Pluriennale è frutto dell’attività di ascolto, dialogo e confronto con la comunità tutta.
L’incontro con gli stakeholder istituzionali
Gli stakeholder condividono con la Fondazione i loro programmi di intervento, al fine di intraprendere un percorso orientato all’individuazione dei bisogni della comunità. L’obiettivo è quello di adottare una strategia di intervento sinergica con la programmazione della Pubblica Amministrazione, e con le esigenze espresse dal terzo settore e dal mondo delle imprese.
L’incontro con gli stakeholder istituzionali
Gli stakeholder condividono con la Fondazione i loro programmi di intervento, al fine di intraprendere un percorso orientato all’individuazione dei bisogni della comunità. L’obiettivo è quello di adottare una strategia di intervento sinergica con la programmazione della Pubblica Amministrazione, e con le esigenze espresse dal terzo settore e dal mondo delle imprese.
L’incontro con gli attori territoriali
L’attività di ascolto, dialogo e confronto con i rappresentanti e gli operatori delle Organizzazioni che operano nel territorio, viene strutturata per ambiti di intervento: “Sociale, Volontariato e beneficienza”, “Cultura ed arte”, “Sanità o salute pubblica”, e “Sviluppo economico”. Vengono definite le priorità e vengono elaborate ipotesi di soluzioni.
L’incontro con gli attori territoriali
L’attività di ascolto, dialogo e confronto con i rappresentanti e gli operatori delle Organizzazioni che operano nel territorio, viene strutturata per ambiti di intervento: “Sociale, Volontariato e beneficienza”, “Cultura ed arte”, “Sanità o salute pubblica”, e “Sviluppo economico”. Vengono definite le priorità e vengono elaborate ipotesi di soluzioni.
IL CONVEGNO E LA FORMAZIONE SU CO-PROGETTAZIONE E CO-GESTIONE DEGLI INTERVENTI
Per assicurare interventi stabili e duraturi, e per sensibilizzare la comunità sui nuovi modelli di sperimentazione, il 12 luglio 2019 vi sarà un convegno sulla co-progettazione e co-gestione degli interventi. Inoltre, per il mese di settembre, si prevede la realizzazione di attività formativa ad hoc rivolta alle Organizzazioni del Terzo Settore in collaborazione con le Università del territorio.
IL CONVEGNO E LA FORMAZIONE SU CO-PROGETTAZIONE E CO-GESTIONE DEGLI INTERVENTI
Per assicurare interventi stabili e duraturi, e per sensibilizzare la comunità sui nuovi modelli di sperimentazione, il 12 luglio 2019 vi sarà un convegno sulla co-progettazione e co-gestione degli interventi. Inoltre, per il mese di settembre, si prevede la realizzazione di attività formativa ad hoc rivolta alle Organizzazioni del Terzo Settore in collaborazione con le Università del territorio.
COMUNICAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE DELLA COMUNITÀ
Tutte le fasi di redazione del Piano Pluriennale vengono divulgate alla comunità, per condividere obiettivi, procedure, modalità operative e per informare dell’avvio e dell’avanzamento della procedura di definizione del Piano Pluriennale, in ossequio al principio di trasparenza e in segno di responsabilità verso la collettività tutta.
COMUNICAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE DELLA COMUNITÀ
Tutte le fasi di redazione del Piano Pluriennale vengono divulgate alla comunità, per condividere obiettivi, procedure, modalità operative e per informare dell’avvio e dell’avanzamento della procedura di definizione del Piano Pluriennale, in ossequio al principio di trasparenza e in segno di responsabilità verso la collettività tutta.
ANALISI DI CONTESTO SUI BISOGNI DEL TERRITORIO
In collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche, verrà redatta un’analisi sui bisogni del territorio per fornire un’osservazione scientifica basata su dati statistici in grado di spiegare il contesto sociale ed economico, definire i punti di forza ed i punti di debolezza che richiedono maggiore attenzione, ed acquisire utili indicazioni sulla percezione delle priorità e dei bisogni da soddisfare.
ANALISI DI CONTESTO SUI BISOGNI DEL TERRITORIO
In collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche, verrà redatta un’analisi sui bisogni del territorio per fornire un’osservazione scientifica basata su dati statistici in grado di spiegare il contesto sociale ed economico, definire i punti di forza ed i punti di debolezza che richiedono maggiore attenzione, ed acquisire utili indicazioni sulla percezione delle priorità e dei bisogni da soddisfare.
IL DIALOGO DIRETTO CON LA COMUNITÀ
La Fondazione favorisce in ogni modo il rapporto diretto per permettere sia agli Enti che ai singoli cittadini di indicare i bisogni e le priorità di intervento nei settori di operatività individuati dalla Fondazione stessa, partendo dalla convinzione che la costruzione di reti collaborative dipenda dalla responsabilità delle Istituzioni e dal coinvolgimento di ogni singolo cittadino, che opera nel quotidiano e che si fa portavoce delle istanze del prossimo.
IL DIALOGO DIRETTO CON LA COMUNITÀ
La Fondazione favorisce in ogni modo il rapporto diretto per permettere sia agli Enti che ai singoli cittadini di indicare i bisogni e le priorità di intervento nei settori di operatività individuati dalla Fondazione stessa, partendo dalla convinzione che la costruzione di reti collaborative dipenda dalla responsabilità delle Istituzioni e dal coinvolgimento di ogni singolo cittadino, che opera nel quotidiano e che si fa portavoce delle istanze del prossimo.
ANALISI DEI BISOGNI E DELLE PRIORITÀ DI INTERVENTO PERVENUTI DALLA COMUNITÀ
Un’ulteriore analisi dei bisogni e delle priorità servirà per approfondire tutte le indicazioni pervenute alla Fondazione, per individuare i bisogni primari e valutare le priorità di intervento.
ANALISI DEI BISOGNI E DELLE PRIORITÀ DI INTERVENTO PERVENUTI DALLA COMUNITÀ
Un’ulteriore analisi dei bisogni e delle priorità servirà per approfondire tutte le indicazioni pervenute alla Fondazione, per individuare i bisogni primari e valutare le priorità di intervento.
PROGETTAZIONE DEL PIANO PLURIENNALE
Verrà stilato un progetto per approvare i settori prioritari di intervento ed individuare i bisogni primari che devono essere soddisfatti, per stabilire le risorse da assegnare ad ogni settore di intervento e per definire le modalità e le condizioni di attuazione del Piano Pluriennale nel rispetto del principio della sostenibilità. La definizione del Piano Pluriennale è di competenza dell’Organo di indirizzo della Fondazione.
PROGETTAZIONE DEL PIANO PLURIENNALE
Verrà stilato un progetto per approvare i settori prioritari di intervento ed individuare i bisogni primari che devono essere soddisfatti, per stabilire le risorse da assegnare ad ogni settore di intervento e per definire le modalità e le condizioni di attuazione del Piano Pluriennale nel rispetto del principio della sostenibilità. La definizione del Piano Pluriennale è di competenza dell’Organo di indirizzo della Fondazione.
APPROVAZIONE DEL PIANO PLURIENNALE
Una volta redatto, il Piano Pluriennale 2020-2022, che rappresenta il documento strategico di operatività della Fondazione nel triennio di riferimento, verrà sottoposto ad approvazione.
APPROVAZIONE DEL PIANO PLURIENNALE
Una volta redatto, il Piano Pluriennale 2020-2022, che rappresenta il documento strategico di operatività della Fondazione nel triennio di riferimento, verrà sottoposto ad approvazione.
COMUNICAZIONE DEL PIANO PLURIENNALE
Sarà ideato un piano di comunicazione rivolto al Ministero dell’Economia e delle Finanze, agli Stakeholder, al Terzo Settore, alla Pubblica Amministrazione, al mondo delle imprese e all’intera comunità, per divulgare le strategie e le modalità di intervento della Fondazione, approvate per il triennio 2020-2022.
COMUNICAZIONE DEL PIANO PLURIENNALE
Sarà ideato un piano di comunicazione rivolto al Ministero dell’Economia e delle Finanze, agli Stakeholder, al Terzo Settore, alla Pubblica Amministrazione, al mondo delle imprese e all’intera comunità, per divulgare le strategie e le modalità di intervento della Fondazione, approvate per il triennio 2020-2022.